blog image

Esami al Donatore

Il sangue costituisce circa il 5-7% del volume corporeo. Nel nostro organismo ne circolano, in media, 4/5 litri. Al suo movimento e alla sua efficienza è legata la nostra vita.
Il sangue circola nel nostro organismo sotto la spinta del cuore e svolge una serie di funzioni fondamentali ed indispensabili a mantenerci in vita.
Attraverso i globuli rossi porta in tutte le cellule dell’organismo l’ossigeno, elemento essenziale per la sopravvivenza di tutte le cellule e lo scambia con l’anidride carbonica che elimina attraverso la respirazione nei polmoni.

Il sangue donato, tramite centrifugazione, viene separato in globuli rossi, leucociti con piastrine (buffy coat), plasma. Il plasma è costituito prevalentemente da acqua (oltre il 90%) nella quale sono disciolte, per essere veicolate, molte sostanze tra cui proteine, zuccheri, grassi, sali minerali, ormoni, vitamine, anticorpi e fattori della coagulazione.

Dal plasma si estraggono molti prodotti salvavita come l’albumina che trasporta diverse componenti del sangue e sostanze nutritive. Da esso derivano anche le immunoglobuline indispensabili per alcune gravi malattie.

L’albumina è una proteina che viene utilizzata per alcune malattie del fegato e dei reni. Le immunoglobine sono sostanze protettive o anticorpi il cui uso in forma concentrata protegge le persone che non hanno anticorpi specifici per una determinata malattia; fattori della coagulazione (VIII e IX) fondamentali per pazienti affetti da emofilia.

Grazie all’impiego di separatori cellulari è possibile effettuare donazioni multiple di emocomponenti:

eritroplasmaferesi (plasma e globuli rossi); eritropiastrinoaferesi (globuli rossi e piastrine), donazione di piastrine raccolte in due sacche, plasmapiastrinoaferesi (plasma e piastrine).

 

ESAMI OBBLIGATORI E CONTROLLI PERIODICI

Ad ogni donazione al donatore vengono fatti questi esami, che verranno recapitati al domicilio una volta convalidati:

Esame emocromocitometrico completo

Esami per la qualificazione biologica del sangue e degli emocomponenti:

- HBsAg

- HCV Ab

- HIV 1-2 Ab

- Sierodiagnosi per la lue

- HCV NAT

- HBV NAT

- HIV-1 NAT

 

Per ciascuna di queste indagini, in caso di campioni inizialmente reattivi deve essere applicato l’algoritmo diagnostico.

In occasione della prima donazione vengono noltre eseguiti i seguenti esami:

Fenotipo AB0 mediante test diretto e indiretto

- Fenotipo Rh completo

- Antigene Kell

- Ricerca degli anticorpi anti-eritrocitari irregolari

 

Alla seconda donazione devono essere confermati fenotipo AB0 ed Rh completo e l’antigene Kell. Su ogni successiva donazione devono essere confermati il fenotipo AB0 (solo test diretto) ed Rh (D) e ricerca Ac anti CMV, secondo algoritmo regionale ; la ricerca di anticorpi anti-eritrocitari irregolari deve essere ripetuta in presenza di eventi che possono determinare una stimolazione immunologica del/della donatore/donatrice.

 

Il donatore periodico è sottoposto, con cadenza almeno annuale, ai seguenti controlli ematochimici, volti a valutare il complessivo stato di salute del donatore stesso:

creatininemia

glicemia

ALT

protidemia totale

colesterolo totale

colesterolo HDL

trigliceridemia

ferritinemia